La stampa in flessografia è un metodo di stampa rotativo diretto, che usa lastre matrici a rilievo di gomma o di materiali fotopolimerici, detti cliché.

L’inchiostrazione è applicata da un rullo d’acciaio o ceramico (rullo anilox) che si carica di inchiostro.

Il cilindro anilox è inciso con diverse “cellette”, da 80 a 500 per centimetro. Un alto numero di “cellette” favorisce la stampa dei dettagli mentre un basso numero favorisce la stampa dei fondi pieni.